BENVENUTO| WELCOME | 歡迎

Astrua Magazine

Il nuovo calibro Rolex, tutti vantaggi del 3235

il nuovo calibro 3235

Al posto del ‘vecchio’ 3135 monta il nuovo calibro 3235: è l’iconico Datejust 41 in acciaio e oro giallo con lunetta zigrinata e bracciale jubilé completato con un sistema di attacco alla cassa più moderno e funzionale (rispetto al modello montato su cassa da 36 mm) e quello in acciaio e oro Everose con lunetta liscia ed un'ampia selezione di quadranti.

Il Datejust è il classico per antonomasia, nato nel 1945, uno dei più riconosciuti e riconoscibili al mondo. Il connubio tra oro e acciaio, il Rolesor giallo o Everose, è un’autentica firma Rolex dal 1933, usato poi dal 1948 con il Datejust.

Ora il Datejust torna ancor di più alla ribalta con il 3235, ma i più informati diranno che non è una novità assoluta. E’ vero: lo scorso anno il calibro 3235 era già nel Day-Date più pregiato, non nella versione abbinata all'acciaio. C’è da aspettarsi che nel tempo arrivi anche nei modelli tutti in acciaio, ma, si sa, i cambiamenti sono sempre graduali nel prestigioso marchio ginevrino.

 


FOCUS -
Sicuramente il nuovo calibro presenta però aspetti rivoluzionari. Infatti, come si legge nella nota Rolex, il Datejust 41 è dotato di un movimento di nuova generazione interamente sviluppato e prodotto dalla Maison, che trae enormi vantaggi dai suoi quattordici brevetti a livello di precisione, autonomia, resistenza agli urti e ai campi magnetici, comfort di utilizzo e affidabilità.

In particolare, i criteri di precisione al polso del calibro 3235 sono due volte più rigorosi di quelli di un cronometro ufficialmente certificato. In effetti oltre il novanta per cento degli elementi del movimento è stato ripensato e ottimizzato con anni di ricerca. Dettagliatamente il 3235 promette 70 ore di autonomia (contro le precedenti 48) grazie alla nuova architettura del bariletto e al rendimento superiore dello scappamento, vede una maggiore presenza di componenti amagnetiche ed è adatto ai viaggiatori che passano spesso sotto ai metal detector, tra le cause concorrenti a qualche problema in generale su tanti orologi. È dotato del nuovo scappamento Chronergy brevettato da Rolex, realizzato in nichel-fosforo, insensibile ai campi magnetici. L’organo regolatore, come spiegano i tecnici della casa orologiera, presenta una spirale Parachrom blu ottimizzata prodotta in una lega esclusiva di niobio e zirconio che, in caso di urto, rimane fino a dieci volte più resistente di una spirale tradizionale.

Per la creazione dell’ancora e della ruota di scappamento paramagnetiche del nuovo scappamento Chronergy, Rolex ha fatto ricorso a procedimenti tecnologicamente avanzati come il LiGA (micro fabbricazione mediante elettroformatura). Anche l'estetica vuole la sua parte e, seppur continuando nel solco dell'eredità storica, questi segnatempo sono stati finiti con ancor più cura ed ammodernati sia nella forma sia nella disposizione dei ponti. Un’evoluzione lunga e ricercata a partire dal calibro 3035 del 1977 fino al precedente 3135 andando a comporre quel lungo e ragionato filo di Arianna che è la sperimentazione marchiata Rolex.

 


Giulia Cassini

LE SEDI
Le nostre sedi:
NEWSLETTER
La nostra newsletter per rimanere sempre aggiornati
SOCIAL NETWORK
Seguici anche su: